Ogni pagina di questo libro è una meditazione e una lettera.

Le parole scelte sono « primigenie », originarie, e il lettore leggendole accosta l’orecchio alla conchiglia del mondo.
Ha ragione il grande poeta rumeno Lucian Blaga: « Nulla aveva da dirmi / la terra? », si interroga.

E quindi comprende ciò che deve fare: « Per ascoltare gli ho incollato l’orecchio alle zolle — umile e incerto ». E ciò che ha fatto, anche lei con umiltà e con incertezza rispettosa e affettuosa, l’autrice di Sussurri e grida del creato. Perciò si avverte una freschezza che ancora profuma della creazione.

Antonio Spadaro sj

Titolo Libro: Sussurri e Grida del Creato

Casa Editrice: PAOLINE editoriale libri

Anno di Pubblicazione: 2012

Autore: Maria Pia Giudici