“…Santa Maria Domenica Mazzarello… non sapeva quasi scrivere e poco leggere, ma parlava delle cose riguardanti la virtù in maniera così chiara e persuasiva da sembrare ispirata dallo Spirito Santo. Visse nell’umiltà, nella mortificazione, realizzando la sua “maternità d’amore” per migliaia di giovanette”

(Giovanni Paolo II alle suore torinesi nella Basilica dell’Ausiliatrice, 13 aprile 1980)